Una nuova idea di viaggio, una destinazione turistica che riunisce località distanti ma apparentate da una comune vocazione alla sostenibilità, per fare due vacanze in una.

Travel with Mediterranean Pearls
Travel with Mediterranean Pearls

Speciale Primavera Estate - da Aprile a Settembre

Leggi anche lo Speciale Inverno - da Novembre a Marzo

Una nuova idea di viaggio che unisce due regioni in un’unica "Destinazione Turistica" in modo tale che il viaggiatore possa visitare luoghi così diversi ma così simili per vocazione alla mobilità sostenibile e dolce, all’agricoltura biologica ed eroica, all’ecoturismo. Il viaggiatore potrà cosi differenziare e arricchire la sua esperienza di viaggio, avendo un unico interlocutore. In questa nuova destinazione turistica si troveranno prodotti e servizi per la tipologia del viaggiatore che cerca emozioni vere e prodotti di nicchia. Il viaggiatore farà cosi "due vacanze in una". Essendo i due territori prescelti, quello dell’Etna in Sicilia e della Valtournenche in Valle d’Aosta, caratterizzati da un elevato livello di ricchezza intrinseca, sono un’autentica palestra all’aria aperta, dove è possibile fare sport, vivere a contatto con l’ambiente, scoprire la forza dei ritmi ancestrali e naturali, trascorrere importanti momenti di aggregazione, vivere emozioni intense in grado di arricchire il carattere e il temperamento. In questa prospettiva, il turismo di queste zone può offrire importanti occasioni di sviluppo e di crescita. Abbiamo elaborato due proposte di viaggio della durata di otto giorni, una estiva e una invernale.

Etna, i Monti SartoriusEtna, i Monti Sartorius (Foto di Hein56didden via Wikimedia Commons)

1° giorno: Catania – Zafferana - Etna Monti Sartorius

Arrivo a Catania, trasferimento libero in agriturismo alle pendici dell’Etna. Pomeriggio trekking dei monti Sartorius. L’itinerario risale la colata lavica del 1865 che diede vita ai Monti Sartorius, dedicati al geologo e mineralogista tedesco Wolfgang Sartorius von Waltershausen. Quell’evento eruttivo allineò sette crateri a bottoniera che oggi caratterizzano il paesaggio, in gran parte ancora arido, ma nel quale la vita torna lentamente a germogliare. Si tratta di un percorso agevole, uno dei primi Sentieri Natura segnati dal Parco dell’Etna (dotato di punti di osservazione numerati ed indicazioni segnavia), ricavato su un’antica traccia usata dai pastori che permette di scoprire gli apparati eruttivi dei Monti Sartorius ed il più esteso bosco di betulla dell’Etna. Sistemazione in agriturismo, cena e pernottamento.

La Grotta dei LamponiLa Grotta dei Lamponi (Foto di Nunzio Santisi via Wikimedia Commons)

2° giorno: Etna Nord: crateri 20012, Grotta del Gelo, Grotta dei Lamponi

Dopo la prima colazione partenza da Piano Provenzana, intera giornata dedicata al trekking guidato che ci porterà fino ai crateri del 1809 a qt. 2400 mt. Da qui si proseguirà a piedi lungo la frattura del 1947 attraversando le spettacolari e suggestive formazioni laviche della "Sciara del Follone" a morfologia tipicamente pahoehoe non comune nei campi lavici etnei e risalenti all’eruzione del 1614-24. Raggiungiamo a qt. 2000 mt. la "Grotta del Gelo", grotta di scorrimento lavico con all’interno un ghiacciaio perenne. Pranzo al sacco e proseguimento verso "Passo dei Dammusi", sosta per aver modo di visitare la "Grotta dei Lamponi", spettacolare tunnel di scorrimento lavico. Il trekking si concluderà lungo la strada forestale fino a raggiungere il rifugio "Ragabo" a qt. 1420 mt. Rientro, cena e pernottamento.

Il Treno dei ViniIl Treno dei Vini (Foto www.stradadelvinodelletna.it)

3° giorno: S. Alfio - Piedimonte Etneo - Treno del Vino

Dopo la prima colazione, da Piedimonte Etneo, partenza alla scoperta dei territori dell’Etna a bordo del Treno del Vino della Ferrovia Circumetnea. Il programma prevede la visita guidata di due cantine lungo la Strada del Vino dell'Etna, con degustazione di due vini Etna DOC in ciascuna cantina, accompagnati da assaggi di prodotti tipici. È prevista una tappa in un centro storico (Castiglione di Sicilia, Linguaglossa o Randazzo). Nel tardo pomeriggio rientro a Piedimonte Etneo, rientro, cena e pernottamento.

Castiglione di SiciliaCastiglione di Sicilia (Foto Francescopapotto via Wikimedia Commons)

4° giorno: S. Alfio - Aeroporto di Catania - Partenza per Milano/Torino - Chamois

Dopo la prima colazione trasferimento libero all’aeroporto di Catania e partenza per Milano/Torino. Una volta giunti a Milano/Torino trasferimento libero a Chamois. Sistemazione in Hotel****. Pomeriggio, piccolo tour guidato di Chamois, si attraverserà il centro di Chamois, il comune più alto della Valle d’Aosta e si salirà tra i pascoli alpini fino al Lago di Lod. Sosta per il pic-nic nell’area attrezzata e discesa nel bosco di conifere fino al Rifugio Ermitage. Rientro al capoluogo dalla direttissima, poi passando a fianco del vecchio mulino si ammirerà l’altiporto di Chamois inaugurato nel 1967, il primo in Italia. Cena e pernottamento.

Il Cervino in estateIl Cervino in estate (Foto Paolodecarolis via Wikimedia Commons)

5° giorno: Chamois - Gran Tour del Champlong

Prima colazione in hotel. ll Gran Tour del Col Champlong si percorre su di una pista gratuita lunga circa 12 km battuta dai mezzi meccanici tra i comuni di Chamois e La Magdeleine. Il percorso dura circa 3h e permetterà di ammirare il Mulino di Chamois, il Cervino/Matterhorn, il Col Pilaz. Pranzo al sacco. Rientro in hotel, pomeriggio a disposizione per rilassarsi presso il centro benessere del resort o per visite e passeggiate libere. Cena e pernottamento.

Il Lago di Lod a ChamoisIl Lago di Lod a Chamois (Foto Alpine Pearls)

6° giorno: Chamois - Tour della Diga di Cignana

Dopo la prima colazione partenza. Dal villaggio di Mont-Perron si salirà nel bosco lungo una bella mulattiera fino al villaggio di Mont-Mené dove si visiterà un interessante grenier settecentesco e si parlerà dell’architettura rurale valdostana. Dal belvedere sul Lago di Maen si salirà fino al torrente Cignana e poi ai laghi effimeri di Cortina. Si attraverseranno i pascoli fino a raggiungere l’Altavia 1 che ci condurrà al Rifugio Barmasse costruito a pochi passi dalla Diga di Cignana dove si consumerà il pranzo al sacco o si proverà la cucina del rifugio (pranzo non compreso). Nel pomeriggio camminando sul muro della diga si attraverserà il vallone di Cignana e si scenderà alla volta del villaggio di Falegnon. Passeremo a monte della centrale di pompaggio di Promoron ed arriveremo a Valmartin. In più, per chi lo desidera e senza costi aggiuntivi si potrà percorrere la strada ed il sentiero che costeggiano il lago fino ad arrivare alla cappella di Cignana. Rientro a Chamois. Cena e pernottamento.

7° giorno: Chamois - Etirol "Trekking al Belvedere di Gilliarey, nel cuore della Valtournenche"

Prima colazione in hotel. Trasferimento al villaggio di Etirol e da qui si salirà nel vallone del Petit-Monde fino a raggiungere il laghetto di presa della centrale idroelettrica di Torgnon. Proseguimento sulla mulattiera per Gilliarey passando a monte dell’Alpe Comianaz poi si attraverserà il bosco di larici fino ad arrivare all’oratorio e al belvedere di Gilliarey. Sosta pic-nic chiacchierando di Edward Whymper e di Amé Gorret e delle loro avventure sul Cervino e poi si rientrerà per l’ora di cena. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

In alternativa - 7°giorno: Chamois - Trekking al Rigufio Mezzalama, alla scoperta del magico mondo dei ghiacci

Prima colazione in hotel. La gita al Rifugio Mezzalama è una delle più belle escursioni che si possano fare in Valle d’Aosta. Ha un unico difetto: occorrono delle gambe allenate per arrivare ai tremila metri di quota di questo rifugio con il sorriso sulle labbra. Da Saint-Jacques di Ayas si snoda un itinerario piacevole e vario che porta passo dopo passo alla scoperta del magico mondo dei ghiacci. Si parte dal capolinea degli autobus, proprio di fronte alla canonica deve abitò per lunghi anni l’Abbé Gorret, il celebre prete alpinista al quale si deve la prima guida turistica della Valle d’Aosta scritta da un valdostano e la prima ascensione del Cervino dalla Cresta del Leone. Dopo aver attraversato l’incantevole pianoro di Verra si sale lungo la morena laterale del grande ghiacciaio fino ad arrivare alla bella costruzione in legno costruita nel 1934 vicino ai seracchi del ghiacciaio di Verra. Dal rifugio, che è una delle mete classiche dello scialpinismo, si gode di uno splendido panorama sulle cime dell’alta Valle di Ayas. Aggiungendo un’ora e mezza di fatica, dopo un breve tratto sul ghiacciaio, si può raggiungere il rifugio Guide della Val d’Ayas. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

8° giorno: Chamois - Partenza

Dopo la prima colazione rilascio delle camere. A seconda dell’operativo del volo mattinata libera. Rientro.

Quota di partecipazione per persona (min. 4 partecipanti) € 1030
Quota di partecipazione per persona (min. 4 partecipanti) € 1.280*
* Include: ETNA: i trasferimenti A/R dall’aeroporto di Catania a S.Alfio e le escursioni con guida e jeep 4x4. VALLE D’AOSTA: 5 giorni di noleggio auto gruppo economy dall’aeroporto di Milano o Torino.
Le quote includono: ● 3 notti in agriturismo sull'Etna ● 4 notti in Hotel**** a Chamois ● sistemazione in camera doppia/matrimoniale ● trattamento di mezza pensione acqua inclusa ● 2 giornate ed 1 mezza giornata di trekking guidato sull’Etna (con guide specializzate autorizzate) ● 3 giornate ed 1 mezza giornata di trekking guidato in Valle d’Aosta (con guide specializzate autorizzate) ● escursione d’intera giornata sul Treno dei Vini dell’Etna" ● tassa di soggiorno ● assicurazione contro responsabilità civile
Le quote non includono: ● pasti non menzionati ● mance ● extra di carattere personale ● bevande ● quanto non specificato alla voce "le quote includono"
Supplementi: ● camera singola € 199 ● pranzo al sacco € 12 p.p.
Per info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Copertura tecnica: Etna Emotion - REA della CCIAA di Catania n. CT-355892 Autoriz. n.1451/S9Tur del 29.10.2013

Video


Con l'hashtag #medpearls facciamo conoscere i nostri progetti nei social networks. Usa anche tu questo hashtag per condividere il tuo Mediterraneo. Carica un tuo filmato sulla playlist pubblica del canale YouTube di Mediterranean Pearls.

Travel with Mediterranean Pearls

MedPearls su Instagram

Cerca nel sito

Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella informativa sulla privacy. Visit.mediterraneanpearls.it non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.