Città

  • A Santiago di Compostela ci vado con il treno

    Questa estate ho deciso con mia moglie di andare fino a Santiago di Compostela e a La Coruña, estremo lembo atlantico d'Europa. Non un pellegrinaggio a piedi, tornato in auge anche tra laici impenitenti negli ultimi anni, ma comunque una scelta poco usuale: il treno. Anzi 12 treni tra andata e ritorno per oltre cinque mila chilometri di percorso. E si è rivelata un'ottima scelta.

  • Ponto Final, la più bella prospettiva su Lisbona

    È stato Wim Wenders, con il suo Lisbon Story, a farmi scoprire i Madredeus ed a farmi innamorare di Lisbona. Ora ci provo io a farvi venire la curiosità. Vi raccontando di un posto magico, di un luogo difficile da raggiungere, e impossibile da amare, trovato sentendo, perché a mehlor maneira de viajar è sentir, dice Pessoa…. È Ponto Final, un piccolo ristorante dall’altro lato del Tejo, trovato leggendo, ascoltando...

  • Cagliari, mediterranean mood

    Molti sono stati i viaggiatori stranieri e italiani che hanno dedicato a Cagliari pagine molto belle, al carattere certamente singolare ed unico delle sue strade, che vanno «percorse a piedi per goderne completamente il fascino», fra dimore nobiliari, chiese, musei ed anche alcune botteghe di artigiani ed antiquari. Molti i francesi: da Antoine Claude Valéry (Pasquin), a Honoré de Balzac, fino al parigino Edouard Delessert, che lasciò tracce significative del suo soggiorno nella Cagliari ottocentesca, attraverso una serie di interessanti foto d'epoca. Valéry, erudito bibliotecario, autore di una poderosa opera letteraria sull'Italia...

  • Fermo la bionda, la dolce

    Fermo, antica colonia romana, si presenta al viaggiatore nel suo oro brunito della sera che spegne le sue luci morbide e rosee dentro le sue nobili architetture, in cui l'aria estiva sembra portare un colore disciolto; il paesaggio che la circonda è quello medio, dolce, senza mollezza, equilibrato, moderato, quasi che l'uomo ne avesse fornito il disegno. Non esiste una terra meno gotica, o meno barocca, come scriveva Guido Piovene, di questa terra marchigiana. È un paesaggio che fugge, si sfalda, si ricompone, mentre lo si fotografa, come una sequenza cinematografica con le sue dissolvenze e riassestamenti...

  • Matera, Sassi e non solo

    Da alcuni mesi Matera è al centro di una grande attenzione, dopo che è stata designata Capitale Europea della Cultura per il 2019, una scelta che è stata vissuta come il segno di un riscatto del Sud e di una città in particolare che per decenni fu identificata come la "vergogna d'Italia" per il degrado socio sanitario che causò lo sfollamento dei Sassi negli anni Cinquanta del secolo scorso. Acqua passata. Nel clima di rinnovato interesse si inserisce anche la riapertura del Duomo e la sua riconsegna alla cittadinanza dopo i tredici anni di restauro...

  • Tour del Romanico nel sud della Francia

    Iniziamo l'esplorazione dei principali monumenti dell'architettura romanica della Francia meridionale, alla scoperta di tesori che hanno attraversato dieci secoli di storia. La nostra meta sono cinque magnifiche chiese in Provenza e nel Midi-Pirenei. Saint-Trophime di Arles, l'Abbazia di Saint-Gilles-du-Gard, Saint-Sernin di Tolosa, Saint-Pierre di Moissac e Saint-Étienne di Cahors, che costituiscono esempi rilevanti nel sud del paese sia dal punto di vista architettonico sia dal punto di vista della scultura, in particolare per la ricchezza delle decorazioni dei portali e dei capitelli.

  • Montepulciano, natura d'artista, paese d'artisti

    All'incrocio di due strade di importanza regionale (da Chiusi ad Arezzo da sud a nord, e dalla Valdorcia alla Valdichiana e al Trasimeno da est ad ovest) e in parte alla sua collocazione strategica al confine dell'area di influenza di vari potentati cittadini basso medioevali (Orvieto, Perugia, Siena, Firenze) Montepulciano val bene una visita per l'imponenza dei suoi palazzi rinascimentali, per l'elegante bellezza delle sue chiese e per il "Vino Nobile", che sa giocare un forte ruolo in questo territorio attento al “green”...

  • Catania la bella

    Esistono diverse categorie del bello che differenziano non solo le civiltà, ma anche i periodi storici di una nazione; e quelle legate alla bellezza classica occupano, nell'immaginazione collettiva, un posto privilegiato. La Sicilia, in molte delle sue città, è l'isola che conserva gli archetipi del mondo classico, è il luogo da cui ha origine la formazione spirituale dell'occidente italico. Il viaggiatore che vuole ritornare a questa forma archetipale, che voglia cioè conoscere il principio del bello artistico, che desideri sperimentare la quieta armonia dell'isola degli dei, la bellezza ideale...

  • Fidenza e le decorazioni di San Donnino

    A Fidenza il viaggiatore interstiziale viene apposta, sa che questa cittadina non è un casello dell'autostrada del sole che si passa distrattamente sulla via di mete rinomate. Non è l'anonimo centro di un territorio che, nella pianura padana più a ridosso della fascia collinare appenninica, attira il visitatore per le sue prelibatezze gastronomiche o tutt'al più il melomane curioso dei luoghi verdiani, Roncole, Busseto, la villa di Sant'Agata. L'appassionato d'arte si dirigerà forse verso la vicina Fontanellato...

Con l'hashtag #medpearls facciamo conoscere i nostri progetti nei social networks. Usa anche tu questo hashtag per condividere il tuo Mediterraneo. Carica un tuo filmato sulla playlist pubblica del canale YouTube di Mediterranean Pearls.

Video


Travel with Mediterranean Pearls

MedPearls su Instagram

Cerca nel sito

Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella informativa sulla privacy. Visit.mediterraneanpearls.it non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.