Collina

  • Universo Alcantara

    Arrivo a Castiglione di Sicilia e visita guidata del centro storico, alla scoperta del borgo medievale definito uno dei borghi più belli d’Italia. Si proseguirà per Mojo Alcantara per un trekking guidato sul vulcanetto del Monte Mojo, cono vulcanico appartenente al complesso dell’Etna, formatosi però molto distante dal vulcano principale. Il sentiero che percorreremo per raggiungere la sua cima inizia con un breve tratto in salita lastricato in pietra lavica ed è caratterizzato dalla presenza di uliveti, querce, castagni, ginestre e altre specie spontanee della flora locale.

  • Le Balze di Leonardo, Monument Valley toscana

    Un tempo c'era la natura in equilibrio: un territorio, le piante, gli animali e l'uomo. Ambienti naturali così ce ne sono ancora nel mondo: piccoli fazzoletti in Italia, fazzoletti più grossi in Africa, Asia e America. Lentamente però nei millenni, la maggior parte del territorio è stato modificato dalle attività umane. Oggi esistono i territori risparmiati dall'uomo che vengono definiti "beni naturali" e quelli che sono stati modificati con pazienza e attenzione e che racchiudono elementi positivi di storia e bellezza...

  • Sentiero del Nobile della Via Barlettaia

    Con 7.000 km di percorsi censiti la Toscana è una delle terre ideali per l'escursionismo, inteso come pratica che regala benessere non solo grazie all'esercizio fisico ma anche in virtù del contatto con una natura generosa e bella e con una rete di strutture che considerano il viaggiatore come "ospite" e non come un turista. Il "sentiero" consente non solo di vedere ma di vivere il territorio, esercitando tutti i sensi, ed attraversa un paesaggio che è stato costruito da generazioni che si muovevano...

  • Da Stade a Pozzuolo Umbro: un antico Romitorio dove liberano libri

    Passando da Castiglione del Lago di ritorno dalla sua frazione Pozzuolo Umbro (la Via Romea di Stade è sulla traiettoria), sembra che prenda gli occhi quella sottile trafittura d'azzurro cobalto tipico delle volte delle chiese umbre; oltre quelle colline, quell'inconfondibile colore azzurro di contro al cielo di una qualsiasi fine sera d'estate che si identifica nel colore stesso del desiderio dell'inaccessibile, del congedo da ciò di cui si è troppo poco goduto.

  • Alla scoperta dell'Altopiano Ibleo, il territorio delle "cave" e dei carrubbi - Day2

    La città di Ragusa, sorge su un altopiano che domina il sottostante corso dell’Irminio, fiume che nasce dal centro dell’altopiano Ibleo a cavallo delle provincie di Siracusa e Ragusa,e che con i suoi oltre 50 km di corso è il fiume più lungo della provincia. In basso la stazione ferroviaria di Ibla, di recente trasformata in ristorante, mantiene i binari e consente al treno proveniente da Siracusa...

  • Alla scoperta dell'Altopiano Ibleo, il territorio delle "cave" e dei carrubbi

    La 25a edizione del famoso raduno di Natale in mountain bike, evento nazionale ciclo escursionistico, creato dalla storica associazione di mountain bike Etnafreebike di Catania e portato avanti negli ultimi anni con la preziosa collaborazione dell’altra storica associazione del settore, il Mountainbikeclub di Siracusa, ha offerto lo spunto per trascorrere un bellissimo weekend sulle propaggini del tavolato ibleo...

  • I borghi dell’ecomuseo della Valdaso: Moresco e Monterubbiano

    Le Marche oltre ad avere una splendida costa, racchiudono molti borghi e castelli, tappa obbligata per chi vuole fare un salto nella storia, nella cultura e nella tradizione, dove lasciarsi trasportare da sensazioni ed emozioni che sono cornici di uno stile di vita. Nella Valdaso (in Provincia di Fermo) il viaggiatore si troverà in un ecomuseo che però non è un museo, perché non ha muri ma è all’aria aperta, non sottrae beni culturali ai luoghi dove sono stati creati, ma si propone come strumento di riappropriazione del proprio patrimonio culturale da parte della collettività locale...

  • In viaggio nelle Marche per scoprire i tesori naturali e rurali dell’Esino-Frasassi

    Nelle Marche, dolce terra degradante al mare, si possono scoprire angoli di territorio ricchi di storia, cultura, tradizioni, incantevoli bellezze naturali e scorci di ambienti rurali che hanno resistito al furore della moderna meccanizzazione, che più di recente si sono riappropriati del territorio per contrastare il riflusso industriale in evidente affanno produttivo ed occupazionale. In provincia di Ancona, lungo le ridenti colline coltivate a vigneto della Valle del fiume Esino...

  • S. Maria del Pátire

    Siamo in Calabria, sulle alture a ovest di Rossano, a una trentina di minuti dalla cittadina, dove la vista spazia magnifica sulla costa e sulla Piana di Sibari. Il luogo è silenzioso e immerso nella natura, raggiungibile percorrendo una strada che sale tra i tornanti, e continua poi per inerpicarsi nel cuore della Sila. Il viaggiatore interstiziale è diretto alla Abbazia di Santa Maria del Pátire (o Pathirion, in segno di devozione al padre fondatore, il monaco Bartolomeo di Simeri vissuto tra l'XI e il XII secolo), risalente al principio del 1100. L'abbazia godette di un certo prestigio in epoca normanna, grazie al suo...

  • La Toscana minima: Monticchiello

    Monticchiello è una piccola frazione di Pienza, duecento abitanti sì e no, un borgo medievale tanto piccolo quanto sorprendente, come altri, del resto, in Toscana e in tutta l'Italia centrale. Nella sua personale caccia al tesoro il viaggiatore interstiziale trova da queste parti davvero infinite soddisfazioni. A Monticchiello arriviamo seguendo una strada sterrata, serpeggiante fra le colline a cavallo tra Val d'Orcia e Val di Chiana, che parte da un bivio sulla sinistra, lungo la provinciale 146 tra Montepulciano e Pienza. Non è una scelta consapevole, ma è felice...

  • La mobilità dolce comincia dall'Umbria: la bella greenways Spoleto - Norcia

    Inaugurata nel 1926 la Ferrovia Spoleto - Norcia era una linea elettrificata e a scartamento ridotto (950 mm) dal grande valore ingegneristico che rappresentò per decenni il mezzo più veloce dalla città di Spoleto per andare a Norcia e in Valnerina. Il percorso, dislocato nel sub Appennino umbro di sud est si presenta al viaggiatore tra viadotti, gallerie elicoidali, giretti e intrecci immersi in ambiti di rilevante valore naturalistico, ambientale e paesaggistico...

  • Nella Terra dei Shardana, dove il gusto ha un’infinita lentezza

    Esiste un posto dove le tradizioni sono immutabili come monoliti di granito. Dove le date sono simboli di paesaggio con significati magici e religiosi unici al mondo. Luoghi dove la cultura entra dentro il calendario della gente di Sardegna e permea di sé ogni manifestazione della vita quotidiana. Luoghi dove la preparazione del cibo diventa arte e l’assaggio di una malvasia rituale religioso. Dove una festa può liberare i sensi e aprire una porta su una cultura millenaria nata con i popoli nuragici...

  • Piccolo asino grande paesaggio

    Se si vuole sentire il battito della Sardegna, si deve arrivare nel suo cuore scollinando tortuosamente, scollinando dolcemente: Barbagia Mandrolisai, tra il fiume Tirso e il lago Omodeo. Ed ecco apparire al viaggiatore un immenso spazio, naturale selvatichezza di dolci rilievi coperti da vigneti distribuiti ordinatamente su pianori e colline ricoperte da cisto, corbezzolo, lentisco, ginestra, mirto, leccio, evoluti verso boschi e alternati a pascoli e colture. Esili giochi di luce, estetica chiara e forme naturali, dappertutto. Arriviamo a Ortueri che vive pacificamente...

  • A cavallo nelle Terre di Siena

    Otto sono le ippovie che attraversano la Terre di Siena, dalla semplice escursione al vero e proprio viaggio in un angolo di Toscana che offre a cavalieri la possibilità di stare lontani dalle logiche del turismo di massa e di riscoprire il piacere della villeggiatura estiva dove tutto è da vivere e niente da consumare. La giornata comincia all’alba e finisce al tramonto, ci si sposta in ampie vallate cullandosi nella visione di una terra più ondulata dell’oceano. Strade bianche, sentieri, tracciati nel bosco o rotte di crinale rappresentano un invito prezioso...

Con l'hashtag #medpearls facciamo conoscere i nostri progetti nei social networks. Usa anche tu questo hashtag per condividere il tuo Mediterraneo. Carica un tuo filmato sulla playlist pubblica del canale YouTube di Mediterranean Pearls.

Video


Travel with Mediterranean Pearls

MedPearls su Instagram

Cerca nel sito

Questo sito può avvalersi di cookie tecnici, anche di terze parti, necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella informativa sulla privacy. Visit.mediterraneanpearls.it non utilizza cookie di rilevamento.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.